Home

AVVISO AI RISPARMIATORI BANCHE

Gentili risparmiatori a seguito dell’incontro con i dirigenti della CONSAP FIR a Padova, sono stati forniti nuove indicazioni sul tipo di documentazione da inserire sulle pratiche che possiedono azioni comprate in regime di affrancatura negli anni pregressi al fallimento. La commissione, nell’assicurare che nessuna domanda sarà rigettata in caso di insufficiente documentazione, ma sarà dato modo di integrare qualunque documento entro 60 gg dalla richiesta via mail,

Si è ricordato anche che per la valutazione della liquidazioni delle azioni AFFRANCATE dovrà essere prodotto assolutamente un documento che attesti il valore antecedentemente l’acquisto (esempio FFRANCATURA 2006 valore 2005) a tal proposito si ricorda che l’AGENZIA DELLE ENTRATE è in grado di produrvi il modello F24 utilizzato per l’acquisto di queste azioni a partire dal 2002 utilizzando il codice fiscale dell’intestatario che potrà essere prodotto a richiesta della commissione. Sito dove richiedere:  https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/servizi/servizitrasversali/altri/cassetto-fiscale  (nel caso chiedete l’assistenza di un CAF)

Fin’ora abbiamo inserito un valore indicato dal dossier 2017 non avendo voi prodotto alcun documento che indichi il dato.

Per quanto sopra si consiglia, oltre a tenere a disposizione l’estratto soci che in questi giorni viene finalmente inviato dalla banca intesa, di procurarsi anche detto documento o comunque una prova che attesti l’acquisto, per evitare l’annullamento della liquidazione dei titoli AFFRANCATI. In mancanza di questo documento i restanti titoli compresi nel dossier NON affrancati,  saranno invece liquidati senza problema. (ricordatevi che avrete 60 gg di tempo dal momento che il FIR vi scriverà…..

Si raccomanda di tenere sempre d’occhio la mail per le eventuali comunicazioni che il FIR inizierà a mandare a partire da febbraio e di rispondere nei termini indicati per evitare il rigetto della domanda o accoglimento parziale della stessa.

Ci dispiace ma se avessimo saputo prima questa imposizione vi avremmo informati per tempo prima di produrre la domanda….

Per quanto riguarda i messaggi allarmistici inviati da una associazione di Vicenza fatti all'incontro al palasport di Bassano lo scorso 10 gennaio, che sarebbero state eliminate 5.000 domande dalla CONSAP, gli ispettori hanno smentito categoricamente questa notizia e si sono riservati di presentare una denuncia querela nei confronti del soggetto che ha diffuse tali notizie assolutamente false e prive di fondamento. Per questo consigliamo di rivolgersi sempre ad una associazione regolarmente riconosciuta per farvi assistere e non a praticoni e /o legali che non hanno mai partecipato ad alcuna attività formativa del decreto indennizzo.

TRUFFA AUDI BASSANO DEL GRAPPA

COMUNICATO

 

SI RICORDERA’ la ormai nota truffa AUDI (autoveicolo venduto ad una quindicina di persone nell’arco di una settimana)  avvenuta lo scorso anno cui protagonisti erano TESSARIOL Marco e LEVACH Janez già rinviati a giudizio al Tribunale di Treviso per detti fatti per aver incassato quasi 150.000 euro dai contratti fasulli. Quasi Tutti fatti  accaduti all’interno dei locali della AMB CITROEN di Bassano del Grappa cui titolare risultava il sig. BERNARDI Manuel.

Il P.M. di Bassano del Grappa dr.sa BRUNINO nel contesto dell’indagine chiedeva l’archiviazione della posizione del BERNARDI Manuel in quanto non sarebbero emerse responsabilita’ a carico del predetto, nonostante le truffe continuate erano avvenute all’interno dei locali della sua auto rivendita e in particolare nello stesso ufficio dove il sig. BERNARDI lavorava.

A seguito della richiesta questa Associazione di consumatori aveva proposto opposizione all’ARCHIVIAZIONE stante la difficile e ambigua situazione  in cui erano avvenuti i fatti denunciati dai consumatori. In data 10 dicembre Il GIP del Tribunale di Vicenza accogliendo l’istanza ha disposto la restituzione degli atti al P.M. e la prosecuzione delle indagini nei confronti del BERNARDI Manuel per approfondire alcuni aspetti peraltro affrontati anche da alcune note trasmissioni televisive.

Siamo fiduciosi che la giustizia faccia il suo corso per arrivare alla verità.

 

 

ENERGIA ITALIA SRL

ATTENZIONE AI CONTRATTI ENERGIA ITALIA da qualche giorno giungono a questa Associazione di consumatori le segnalazioni da parte di diversi utenti che il gestore ENERGIA ITALIA SRL di Conegliano risulta inadempiente ai pagamenti dell'energia alla distribuzione per cui in base alle regole dell'Autorita' garante gli utenti vengono trasferiti d'ufficio al mercato tutelato per continuare a godere del servizio. I contratti redatti con il metodo dei 10.000 euro anticipati sono al vaglio di questa UNC Veneto per valutare se ci sono gli estremi per segnalare all'Autorità giudiziaria eventuali comportamenti illegittimi . Qualora il gestore non restituirà le somme pagate per differenza si agirà con azione collettiva . Nel caso rivolgetevi alla sede Regionale del Veneto in piazza San Zeno 30 a cassola VI UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI